BFC

BFC

domenica 20 agosto 2017

INIZIO DI CAMPIONATO

Anche quest'anno arriviamo all'inizio del campionato carichi di speranza ma delusi da un calciomercato che si aspettava più brillante, considerando una proprietà che non manca di mezzi. L'inizio in Coppa Italia ha dimostrato ancora una volta i limiti tecnici e caratteriali della squadra, lasciando intravvedere gli errori ancora non risolti della scorsa stagione: anche in questo caso ci si aspettava un intervento più deciso da parte dell'allenatore.
Ma vediamo nel dettaglio la squadra ha disposizione di Donadoni.
PORTIERI
Forse l'unico reparto degno di fiducia a prescindere, sia Mirante che Da Costa hanno dimostrato in passato di essere tra i giocatori che fano meno errori.
DIFESA
Reparto che sulla carta sembra il più complicato, rimasti i "senatori" Maietta e Gastaldello (il primo garantisce qualità ma poca continuità, il secondo ormai sul viale del tramonto), ancora da scoprire Helander, sono arrivati De Maio e Gonzalez, che in questo inizio di agosto non hanno particolarmente brillato e non hanno ancora assimilati i movimenti difensivi.
Le fasce non danno più fiducia, Masina nell'anno della possibile consacrazione potrebbe partire, Mbaye e Krafth hanno dimostrato di sentire pressione e alternare buone prove a giornate da dimenticare, Torosidis è pronto per la pensione.
CENTROCAMPO
Reparto denso di giocatori che hanno poco del regista e poco del mediano di contenimento, Nagy e Pulgar non hanno ancora dato garanzie, Donsah e Crisetig hanno le valigie pronte, si punterà su Taider e Poli, forse l'acquisto migliore del mercato.
La trequarti è il reparto più ricco e quello che dovrebbe garantire gioco e palle gol agli attaccanti: Verdi è l'uomo che deve fare la differenza, Krejci deve crescere in fase offensiva, Falletti e Falco possono essere discreti cambi; l'uomo che può essere la sorpresa dell'anno è però Di Francesco, autore di buone prove lo scorso anno.
ATTACCO
Reparto costruito attorno a Destro, che dovrà prendersi la responsabilità di essere l'uomo di punta (finora è sempre mancato), Petkovic e Avenatti non danno garanzie, l'arrivo di Palacio garantisce tecnica ed esperienza ma sarà da valutare quanto reggerà.

Alla fine le prospettive non sono del tutto rosee, ma le valutazioni di agosto sono sempre poco attendibili, speriamo e lanciamo un grande FORZA BOLOGNA.

domenica 13 agosto 2017

Addio alle coppe

Come ormai accade da tempo il Bologna in formato estivo stenta e sbanda; quest'anno l'esordio in Coppa Italia non è stato diverso con una sconfitta impietosa contro una modesta Cittadella. Non basta accusare l'arbitro per una serie di errori (ma saranni errori) che comunque hanno indirizzato la partita; la squadra è stata pessima, poco gioco, poca grinta, errori tattici e personali, insomma tutto il campionario visto alla fine delo scorso campionato. 
Il calciomercato è stato finora mediocre, con la assurda volontà di mantenere la struttura di una squadra che nello scorso campionato ha dimostrato di non essere all'altezza della serie. Gli innesti non hanno portato grandi miglioramenti e mancano ancora fondamentali cambi in alcuni ruoli.
L'inizio di campionato è alle porte e la situazione sembra complicata, speriamo di sbagliarci.

lunedì 22 maggio 2017

Le pagelle di Milan - Bologna

Mirante 5: evita accuratamente qualsiasi uscita, riesce a prendere l'ennesimo gol sul suo palo
Mbaye 6,5: l'unico che ci mette grinta e riesce a far vedere qualche margine di crescita
Helander 4,5: lento, falloso e legnoso
Gastaldello 5
: può fare meglio, perchè peggio ormai è dura
Torosidis 4,5: ma per avere questo che ciabatta ai lati del campo, provare un primavera?
Taider 5: la mediana la soffre, ma provare ogni tanto un passaggio?
Donsah 4,5
: autore di alcune delle peggiori azione del millennio
Di Francesco sv: si infortuna quasi subito
Verdi 5,5:
prova senza troppa convinzione qualche anonima azione
Krejci 4,5: se stava in panchina si notava di più
Destro 4,5: torna inutile e indolente come lo conosciamo, ma potrebbe almeno smettere di lamentarsi in campo e giocare nella posizione corretta?

Krafth 5: si adegua rapidamente al poco dei compagni
Okwonko 5,5:
poco e male, ma con una squadra del genere non poteva fare di più
Rizzo sv

Donadoni 5: una prestazione così indecente non può non essere figlia dell'allenatore, e poi i passaggi al portiere da metà campo è dall'inzio che li facciamo

Squadra 4,5

Il migliore: Mabaye
Il peggiore: Helander

MILAN - BOLOGNA 3 - 0

Dopo la partita di ieri l'unica consolazione che rimane è quella che ne manca solo più una alla fine di questo indecente campionato. Certo alla fine l'obiettivo minimo della salvezza è stato raggiunto comodamente (più grazie alle mancanze delle altre squadre che a nostri meriti), ma spettacoli come quelli di ieri deprimono anche i più ottimisti. Una squadra che unisce indolenza a incompetenza, tanti errori e poca voglia lottare, assoluta incapacità di creare un'azione; si spera almeno che le inqualificabili azioni siano frutto di clima vacanziero e non del'effettiva qualità dei singoli, poichè sarebbe da rifondare da zero la squadra.
Poi se proprio si deve fare la solita pessima figura con queste prove indecenti, almeno sarebbe opportuno che tante dichiarazioni pre e post partita si evitassero.
Evito qualsiasi commento della partita, rimasta sul pareggio fino a metà secondo tempo solo perchè il Milan era quasi più in vacanza di noi.

mercoledì 17 maggio 2017

Le pagelle di Bologna - Pescara

Mirante 6: un solo intervento importante, qualche indecisione
Mbaye 6,5: finalmente una buona prova, attento e propositivo
Helander 6: poco elegante ma tutto sommato efficace
Maietta 6
: brutto errore sul gol subito, per il resto solita grinta
Torosidis 5,5: sembra non abbia più tanta voglia, dal suo lato i pochi pericoli
Taider 6: non il suo ruolo naturale ma non commette errori
Donsah 6
: soliti alti e bassi, ma questa volta pochi gli errori importanti
Di Francesco 6,5: inizia timidamente, ma gol e accelerazioni sono importanti
Verdi 6:
non la sua miglior partita, ma sempre pericoloso
Krejci 5,5: giusto un paio di passaggi in una gara anonima
Destro 7: doppietta e la giusta grinta, dovrebbe essere sempe così

Krafth 6: fa il suo senza errori
Pulgar 6:
non fa danni ed è già un bene
Okwonko 6,5:
un paio di accelerazioni importanti, può crescere


Donadoni 6,5: rimodula la squadra e trova la prestazione

Squadra 6,5

Il migliore: Destro
Il peggiore: Torosidis

BOLOGNA - PESCARA 3 - 1

Rossoblu ancora una volta chiamati a dare un senso a questo inutile finale di campionato dopo la pessima prova di Empoli. Questa volta l'avversario è il modesto Pescara, ormai retrocesso.
Il Bologna si presenta con un modulo poco utilizzato, un 4231 che permette di mettere in campo tutte e tre le mezze punte dietro a Destro. La partita non è bellissima ma almeno i rossoblu riescono a macinare gioco e portare a casa la vittoria con la doppietta del centravanti.
Vittoria utile giusto per le statistiche e il morale.

lunedì 8 maggio 2017

Le pagelle di Empoli - Bologna

Mirante 6,5: lo score poteva essere peggiore, ci mette più di una pezza
Krafth 4: perde tutti i contrasti, si posiziona male quasi sempre, mai una volta in spinta
Gastaldello 4,5: avvilente fine carriera, errori da principiante
Maietta 5
: qualche errore di troppo, almeno ci mette la voglia
Mbaye 4,5: difendere non ci prova neanche, riuscisse almeno a fare un passaggio in avanti
Pulgar 4: non copre la mediana, non ha occhio per i passaggi, rischia ancora un cartellino rosso
Donsah 4,5
: alterna errori banali a sviste madornali
Taider 5: opaca controfigura del giocatore visto la scorsa partita
Verdi 6,5:
segna un gran gol, prova ad alzare la squadra poi si arrende alla pochezza dei suoi
Krejci 5: partita da dimenticare
Destro 4,5: passi che viene servito poco, ma di trovare spazi non se ne parla

Masina 5,5: cerca di spingere ma il resto del gruppo è ormai in vacanza
Petkovic 5:
poco e male, tenta giocate inutili
Okwonko sv



Donadoni 5,5: difficile trovare la giusta alchimia con una squadra ormai allo sbando, riuscirà a ricostruirne un'altra?

Squadra 5

Il migliore: Verdi
Il peggiore: Pulgar