BFC

BFC

giovedì 29 ottobre 2015

Le pagelle di Bologna - Inter

Da Costa 6: poco impegnato, un buon intervento
Ferrari 5: partita non disprezzabile, ma lo svarione è clamoroso
Rossettini 5: tante colpe sul gol, spesso fuori posizione
Gastaldello 5,5: oltre al rinvio, una partita sottotono
Masina 6: più attento che in altre occasioni, trova il tempo di attaccare
Rizzo 5,5:  soffre in mediana, ha poco spazio per attaccare
Diawara 6,5: attento sulle geometrie, riesce ad essere efficace anche in copertura
Taider 5,5: luci e ombre, ma spesso impreciso
Giaccherini 6: troppo lontano dalla porta, qualche buono spunto
Mounier 6: anche lui troppo distante, tra i pochi dinamici
Mancosu 5,5: pochi palloni arrivano, ma oltre a movimento fa poco

Destro 5,5: errore evidente, poco altro
Brienza 5,5: si vede poco
Falco sv

Rossi 5,5: imposta bene la squadra, ma quando bisogna variare fatica

Squadra 6

Il migliore: Diawara
Il peggiore: Rossettini

BOLOGNA - INTER 0 - 1

La cronaca corre pù veloce del calendario di campionato, così oggi segnaliamo l'esonero del tecnico Rossi e l'arrivo di Donandoni sulla panchina rossoblu; cambio ormai nell'aria che arriva con un po' di ritardo (sarebbe stato meglio prima della pausa, ma tant'è...).
Per rigore andiamo a dire due parole dell'ultimo incontro: l'Inter di Mancini arriva a Bologna poco intenzionata a fare male, e il primo tempo si risolve in un pareggio con il Bologna a tenere il passo dei nerazzuri, senza che nessuno trovi azioni pericolose. Il secondo tempo sembrava sullo stesso stampo, anche dopo l'espulsione di Melo che lasciava i nostri in vantaggio di un uomo (vantaggio non sfruttato dal tecnico). Ma come spesso accade la differenza viene fatta dal solito errore difensivo: Gastaldello rinvia male, l'Inter riparte, Ferrari liscia clamorosamente e (soprattutto) Rossettini non segue l'uomo (l'unico peraltro) lasciando Icardi solitario in area. Poi il Bologna tenta timidamente di recuperare, e avrebbe anche la palla per il pareggio che Destro ciabatta sul portiere.
Un Bologna non brutto, ma poco incisivo e poco cattivo; ora gli alibi per la squadra sono finiti, e vedremo se i giocatori sono all'altezza.

lunedì 26 ottobre 2015

Le pagelle di Carpi - Bologna

Da Costa 6: quasi inoperoso
Krafth 5: pessimo esordio, riesce a fare rimpiangere Mbaye
Oikonomu 6: partita solida e senza errori
Gastaldello 6,5: fatica ancora in difesa, fondamentale il gol
Masina 6: troppi errori in difesa, salva la partita, sua e della squadra
Rizzo 6,5:  primo tempo da dimenticare, poi cambia posizione e diventa determinante
Diawara 5,5: troppa frenesia nelle ripartenze
Donsah 5: poche palle e tanti errori, deve recuperare
Giaccherini 6,5: trascina la squadra anche senza fare giocate memorabili
Mounier 6: non trova la porta ma nel primo tempo è l'unico che cerca i movimenti
Destro 5: altra partita da dimenticare, poca intensità e errori tecnici

Mbaye 6: sostanzialmente sufficiente
Brienza 6: solo un passaggio ma determinante, il resto è buio
Falco sv

Rossi 5,5: rischiava la solita sconfitta, aiutato dal Carpi

Squadra 6

Il migliore: Rizzo
Il peggiore: Destro

CARPI - BOLOGNA 1 - 2

Nello spareggio tra le pericolanti, il Bologna si presenta a Modena con un solo obiettivo: 3 punti per rinfrancare la classifica e la panchina dell'allenatore. Nonostante ciò, i rossoblu regalano il primo tempo ai padroni di casa con la solita prestazione inconsistente e i tanti errori tecnici. A cambiare tutto però ci pensa lo stesso Carpi, che per una volta si comporta da Bologna, rimane in 10 e si chiude. I nostri trovano il pareggio su un calcio d'angolo e trovano la forza di provare a spingere. Contro un Carpi in 10 e depresso si doveva portar via la posta piena: i nostri quasi falliscono, e solo a tempo scaduto Masina trova il giusto intervento.
Una vittoria che da morale e potrebbe dare una svolta al campionato, anche se la prova della squadra non è stata brillante: il recupero dei "vecchi" (Giaccherini e Gastaldello) può dare grinta ad un gruppo un po' troppo timido. La panchina dell'allentatore rimane bloccata, anche se Rossi non ha dimostrato molto: squadra sempre molle e preoccupata, poco gioco e molta frenesia, posizioni discutibili (riusciamo a caprire che Rizzo non può giocare in mediana?).
Ora ci aspetta un incontro sulla carta improponibile, ma è necessario trovare il ritmo gisuto.

lunedì 19 ottobre 2015

Le pagelle di Bologna - Palermo

Mirante 6: può poco sul gol, qualche uscita alta in più la potrebbe rischaire
Ferrari 6: sempre in movimento, fa tanto e anche errori, a volte impreciso ma non male
Rossettini 5,5: troppi errori di posizione
Gastaldello 6: ancora fuori forma, ma tra i pochi che sanno dove posizionarsi
Masina 5,5: disastroso in difesa, discreto in attacco
Rizzo 5:  ricordiamo un buon tiro, ma tutto il resto è devastante, improponibile in fase difensiva
Diawara 5,5: discrete geometrie, manca di fisico in copertura, cala nel finale
Taider 5: poche palle e tanti errori, deve recuperare
Brienza 5: non riesce a dare il ritmo giusto all'attacco
Mounier 6: tra i pochi a cercare la soluzione, a volte tiene troppo palla, ma non ha alternative
Destro 5: a volte sembra giocare in un'altra squadra, movimenti errati e poco dinamismo

Donsah 6: pochi minuti ma due buone azioni
Mancosu 5,5: fatica non poco, trova due buone occasioni
Falco sv

Rossi 5: formazione iniziale rivedibile, cambi deliranti

Squadra 5,5

Il migliore: Mounier
Il peggiore: Rizzo

BOLOGNA - PALERMO 0 - 1

Dopo la pausa per la nazionale, ci si aspettava un ritorno sul campo del Bologna con una determinazione diversa per iniziare a colmare il divario per la zona salvezza; ma dopo i primi minuti di buon ritmo, al primo errore la squadra si sgonfia e diventa preda di un mediocre Palermo, che porta a casa il risultato con il minimo sforzo.
Adesso con 7 sconfitte in 8 partite diventa doveroso fermarsi e cercare di capire dove sono i problemi: la squadra fatta male? l'allenatore incapace? forse entrambe le cose, con un eccessivo ottimismo sulla preparazione dei numerosi giovani. Di chi è la colpa? difficile da dire, soprattutto perchè non basta una semplice cambio per cambiare la situazione. Premesso che non sono per il cambio di allenatore alle prime difficoltà, in questo caso le premesse per un cambiamento ci sono: Rossi sembra che non sia in grado di invertire la rotta, la squadra gioca come all'inizio della stagione, regge male i 90 minuti e non è psicologicamente in grado di recuperare un risultato; inoltre il tecnico sembra fare di tutto per farsi esonerare, una formazione iniziale discutibile, la testardaggine a non cambiare modulo e insistere in troppi giocatori offensivi (non si può giocare con 4 offensivi, e ci comprendo Rizzo, con dietro Diawara e Taider), cambi deliranti (ma come si può lasciare in campo Rizzo, togliere Mounier).
Deciderà la società, ma si rischia di prendere una discesa disastrosa, considerando la poca dimestichezza dell'organico a situazioni difficili. 
Di positivo abbiamo però una base di gioco non disprezzabile e la possibilità di recuperare giocatori che possono fare la differenza (Gastaldello, Taider, Giaccherini, Donsah).

martedì 6 ottobre 2015

Le pagelle di Juventus - Bologna

Mirante 6: pochi interventi, può poco sui gol, ma un paio di uscite in più poteva rischiarle
Ferrari 5,5: sempre in movimento, ma spesso perde la posizione e ha difficoltà a fare l'ultimo passaggio
Oikonomu 5,5: fatica all'inizio poi si riprende, ma sul pareggio doveva posizionarsi meglio
Gastaldello 5,5: non era in condizione e si vede
Masina 5: fatica in copertura, perde l'uomo spesso perchè parte dalla posizione sbagliata, sbaglia sul terzo gol
Rizzo 5:  non si capisce e non capisce la sua posizione, inutile
Diawara 6: ta i pochi che hanno le idee chiare, fatica ma si fa vedere
Pulgar 5: decisamente insufficiente, manca del tutto la fase difensiva
Brienza 5: lasciato a coprire le partenze bianconere, perde tutto il suo potenziale
Mounier 6,5: unico ch ecrea problemi alla difesa avversaria
Destro 5: non gli arrivano palloni, ma non brilla neanche nel posizionamento

Rossettini 5: gioca poco ma gli errori non mancano
Brighi 5,5: entra a partita virtualmente finita, poco il suo contributo
Falco sv

Rossi 5: cerca di impostare una squadra offensiva senza gestire al meglio la fase difensiva, non riesce a dare la giusta mentalità

Squadra 5,5

Il migliore: Mounier
Il peggiore: Pulgar

JUVENTUS - BOLOGNA 3 - 1

Sfida quasi storica per i rossoblu che incontranto una Juventus in crisi che ha bisogno di riprenders; la differenza tecnica in campo è ovviamente abissale, ma il Bologna ha comunque necessità di fare punti. L'inizio lascia sperare, lancio di Masina e inserimento di Mounier che batte Buffon: il vantaggio porta la Juventus a premere e di conseguenze i rossoblu a retrocedere. Come sempre la differenza la fanno poi gli episodi: il pareggio arriva su uno sfortunato rimpallo (e ottima reazione di Morata), il vantaggio sul solito e aspettato regalo dell'arbitro casalingo. Il Bologna a questo punto si spegne, come troppo spesso accade e la partita si conclude con il terzo gol bianconero durante una dormita della difesa. Risultato corretto per i valori in campo, ma si poteva e si doveva fare di più; la squadra manca di gioco, dei movimenti difensivi e soprattutto della voglia di far risultato. Le azioni sono i soliti lanci in avanti sperando in qualche smarcamaneto dell'attanccante, ma anche quando accade non si è poi in grado di mantenere una partita difensiva.
Le attenuanti sono molte, ma inizia a risultare chiaro che l'allenatore non riesce a gestire al meglio la squadra: pare un finale scontato e come sempre troppo ritardato.