BFC

BFC

martedì 26 gennaio 2016

Le pagelle di Sassuolo - Bologna

Mirante 6: quasi mai impegnato
Rossettini 6: fatica a contenere e spesso sbaglia posizione, ma non commette grandi errori
Oikonomu 6,5: blinda la difesa
Gastaldello 6,5: gioca di esperienza, senza errori
Morleo 6,5: torna dopo lunga pausa, si dimostra subito in partita sia in attacco che in copertura
Donsah 6,5:  non ha i 90' ma buona partita
Diawara 7: copertura e regia, ottima gara
Taider 6,5: buona gara, qualche pecca nelle conclusioni
Mounier 6: tanto movimento ma poca sostanza, uomo meno positivo della squadra
Giaccherini 7: gol capolavoro, sempre il più pericoloso
Destro 6,5: costruisce tanto, non ha fortuna

Ferrari 6: gioca in un ruolo non suo ma non sbaglia
Floccari 6,5: gioca con intelligenza e trova il gol
Brighi 6: pochi minuti ma ben spesi

Donadoni 6,5: imposta bene la squadra

Squadra 6,5

Il migliore: Giaccherini
Il peggiore: Mounier

SASSUOLO - BOLOGNA 0 - 2

Dopo il discusso pareggio interno contro la Lazio, il cammino dei rossoblu incontra i cugini del Sassuolo sul Mapei di Reggio. La classifica non dovrebbe dare scampo al Bologna, con i cugini neroverdi alla ricerca di un posto tra le prime, ma l'approccio alla partita inverte subito la tendenza. Il Bologna di Donadoni, pur restio alla manovra, sembra più concentrato e propositivo, mentre il Sassuolo fatica a superare il centrocampo. Nel primo tempo le occasioni più importanti sono rossoblu e solo la grande giornata di Consigli evita il gol. Il secondo tempo non varia, con il Sassuolo che tenta di attaccare senza creare pericoli e i nostri a lavorare di rimessa: in una ripartenza è il "solito" Giaccherini ad inventare il gol del vantaggio, ennesima perla di stagione. Dopo il gol il Sassuolo ha una sola occasione ma è Floccari a chiudere i conti in coclusione di partita.
Una vittoria importante e meritata, un buon Bologna che si dimostra per una volta concentrato e non regala nulla agli avversari; la strada è quella giusta.

martedì 19 gennaio 2016

Le pagelle di Bologna - Lazio

Mirante 6: può poco o nulla sui gol, per il resto mai impegnato
Rossettini 5: fatica ma senza errori in fascia, posizionato centrale due errori che costano il risultato
Oikonomu 6,5: ultimo baluardo di difesa, sempre efficace
Gastaldello 6,5: nonostante un "tentativo" di autogol, il migliore in difesa finchè ha resistito
Masina 5: bene in fase offensiva, molto male in difesa, troppo ingenuo su Klose
Brighi 5,5:  fatica in copertura, impreciso
Diawara 6,5: ottimo nel primo tempo, cala un po' nella ripresa
Taider 6: qualche errore di troppo, ma nel complesso sufficiente
Mounier 6: molto movimento anche se alla fine deve fare il terzino più che l'attaccante
Giaccherini 6,5: sempre l'uomo più pericoloso, punizione capolavoro
Destro 6: ancora un po' fuori dal gioco, bene sul gol ma poi scompare

Ferrari 5,5: caotico
Zuniga 6: per mancare dai campi da mesi non fa male
Floccari sv

Donadoni 6: deve trovare il modo di non fare calare la squadra

Squadra 6

Il migliore: Giaccherini
Il peggiore: Rossettini

BOLOGNA - LAZIO 2 - 2

La prima partita del girone di ritorno vede i rossoblu impegnati contro la Lazio dell'ex Pioli. Donadoni schiera la squadra con un 433 molto offensivo e il risultato paga con un primo tempo dove il Bologna schiaccia gli ospiti portandosi sul 2 a 0 con una punizione capolavoro di Giaccherini e un gol di rapina di Destro, che sfrutta un rimpallo in area; a sottolineare la superiorità anche due conclusioni di Brighi che potevano essere sfruttate meglio. Il secondo tempo però vede la Lazio tornare decisamente in partita e trovare prima un rigore generosamente concesso dall'arbitro (con espulsione di Masina) e poi il pareggio. Alla fine il risultato può anche starci ma dobbiamo aprire una parentesi sull'arbitraggio: dall'inizio del secondo tempo è parso evidente il cambio della direzione arbitrale con occhio più che favorevole agli ospiti, falli misteriosamente non visti, cartellini evitati; poi il rigore ci può anche stare (sarebbe comunque piaciuto vederlo al contrario, ma basta ricordarsi della partita contro l'Empoli dove la medesima azione per l'arbitro era regolare), l'espulsione un po' forzata, ma la diversità di giudizio è stata evidente (fallo non fischiato sull'azione del pareggio, un paio di gialli non dati che avrebbero tolto l'uomo anche alla Lazio).
Chiusa la parentesi, bisogna comunque sottolineare che se il Bologna vuole fare un salto di qualità deve necessariamente evitare gli ormai troppi cali del secondo tempo, avere una maggiore cattiveria agonistica e più attenzione nella fase difensiva.

lunedì 11 gennaio 2016

Le pagelle di Bologna - Chievo

Mirante 6: poco impegnato, attento quando deve, incolpevole sul gol
Rossettini 6,5: tra i migliori, poco elegante ma efficace
Oikonomu 5,5: sbaglia a perdere l'uomo nell'azione del gol, un errore che pesa
Gastaldello 5,5: troppo svagato per un uomo di esperienza
Masina 5,5: tenta di attaccare, ma è in giornata opaca
Brighi 5,5:  poco e male
Pulgar 5,5: fatica a trovare la posizione, lento
Taider 6: tra i pochi a cercare azioni offensive
Mbaye 5: caotico
Giaccherini 6,5: l'uomo pù pericoloso, fa quello che può ma gioca da solo
Destro 5: lo sguardo perso nel vuoto prima di tirare il rigore spiega tutto

Falco 5: regala un uomo al Chievo
Acquafresca 5,5: pochi minuti ma come al solito riesce a non toccare palla
Ferrari sv

Donadoni 6: l'impostazione iniziale non era malvagia, poi gli mancano uomini di qualità

Squadra 5,5

Il migliore: Giaccherini
Il peggiore: Falco

BOLOGNA - CHIEVO 0 - 1

L'ultima di campionato vede una "classica" delle brutte sfide: l'incontro contro il Chievo sempre più spesso associato al pareggio senz'anima. Invece il Bologna riesce a gettare al vento una partita alla sua portata, nonstante la difficoltà di fare gioco contro avversari ben disposti in campo.
La partita non è stata bella, e solo una giocata del singolo poteva cambiarne il verso: l'occasione l'aveva creata Giaccherini, trovando un rigore, tirato poi malissimo da un Destro del tutto avulso dal gioco. Poco altro sul fronte rossoblu, mentre il Chievo riesce a concretizzare la sua (unica) occasione con Pepe. 
Brutta sconfitta, che ancora una volta dimostra la differenza tra giocatori di livello e giocatori di numero (e pare più che evidente che alcune scelte di Donadoni siano state per evidenziare una rosa non all'altezza). Troppi errori individuali e poca cattivieria agonistica hanno fatto la differenza.
La sconfitta, poi, non è un dramma ma per arrivare ad una salvezza tranquilla urgono dei rinforzi di livello.

venerdì 8 gennaio 2016

Le pagelle di Milan - Bologna

Mirante 7,5: parate miracolose e attenzione massima
Rossettini 6: fatica nel contenimento in fascia
Gastaldello 7: blinda la difesa
Maietta 6,5: finché è in campo non sbaglia nulla
Masina 6: meno brillante del solito
Brighi 5,5: poco convinto
Diawara 5,5: qualche errore di troppo in impostazione
Taider 6,5: male nel primo tempo si riscatta con una ottima ripresa
Mounier 6,5: qualche giocata, poco efficace ma l'assist è fondamentale
Destro 6: qualche flash, può fare di più 
Giaccherini 7: il più pericoloso, gol da ricordare
Oikonomu 5,5: entra a freddo e commette due gravi errori, si riprende ma sottotono
Ferrari 6,5: prova intensa
Pulgar 6: pochi minuti ma bene

Donadoni 7: imposta bene la squadra dandole la giusta mentalità 
Voto squadra 6,5

venerdì 1 gennaio 2016

Le pagelle di Bologna - Empoli

Mirante 6,5: salvataggio fondamentale a inizio gara, poi può poco sui gol
Rossettini 5: serata da dimenticare, si dimentica l'uomo nei primi due gol, impreciso
Oikonomu 5,5: anche per lui tanti errori, perde l'uomo spesso
Gastaldello 5,5: forse il meno peggio ma tre gol sono pesanti
Masina 6: non perfetto in fase difensiva, bene in attacco
Brienza 6,5:  finchè regge il fiato è l'uomo più pericoloso
Crisetig 5: lento di passo e di passaggio, si capisce perchè accantonato
Taider 6: tra i pochi a provarci nel secondo tempo, ma spesso frettoloso
Mounier 6: tanto movimento ma poca precisione
Donsah 5,5: impreciso e poco in partita
Destro 6: trova un ottimo gol, ma poi sparisce

Falco 5,5: incide poco
Mancosu 5,5: mai in partita
Pulgar sv

Donadoni 5,5: non riesce a leggere la gara, gli uomini peraltro non lo aiutano

Squadra5,5

Il migliore: Brienza
Il peggiore: Rossettini

Bologna - Empoli 2 - 3

L'ultima partita dell'anno si conclude con una sconfitta casalinga, forse tra le meno traumatiche: sia per come è arrivata (partita combattiva e soliti errori arbitrali), sia perchè arrivata contro una squadra decisamente superiore e ben messa in campo.
Passato ormai troppo tempo per riprendere la cronaca della partita, consideriamo in archivio questo anno tra lati e bassi e andiamo a concentrarci sull'inizio del prossimo.
Il tema corrente è diventato (ancora una volta) il calciomercato, con la solita girandola di nomi più o meno illustri accostati al Bologna. Che ci sia bisogno di rinforzi è indubbio, ma sarà anche opportuno non esagerare solo per il gusto della notizia. L'andamento del mercato ci farà capire come la società ha inquadrato la squadra: l'arrivo di un Floccari sarà indice della lotta per la salvezza, qualche nome più pesante può voler dire traguardi più ambiziosi già da quest'anno.