BFC

BFC

domenica 21 agosto 2016

La squadra ai nastri di partenza...

Eccoci arrivati al giorno dell'esordio nel campionato, partenza "morbida" in casa contro il Crotone, ma una partita che può presentare non poche insidie. Vediamo però prima come si presenta il Bologna a questo campionato (tenendo comunque conto che il mercato è ancora aperto...)
DIFESA
A difendere la porta rossoblu abbiamo forse i giocatori migliori, Mirante è una garanzia (deprecabile non averlo convocato per gli europei) e Da Costa un titolare che si presta a far il secondo.
I centrali danno garanzia di esperienza con Gastaldello e Maietta, e fisicità con Oikonomu, Ferrari e Cherubin possono essere buone riserve: manca forse un ulteriore elemento considerando l'età dei titolari. Le fasce invece possono rappresentare problemi, se la sinistra sembra più stabile (Masina titolare, ormai più che un prospetto, e Morleo come riserva), la destra crea più ombre che luci (Kraft deve dimostrare tutto, Mbaye non sembra avere la giusta costanza e con l'uscita di Rossettini manca un jolly).
CENTROCAMPO
Reparto più popoloso, dividiamo la mediana dalla trequarti.
La mediana ha visto la partenza di Diawara, ma può contare su un gruppo coeso: Donsah e Taider possono fare una buona annata, Nagy è un buon prospetto, Dzemaili dona esperienza e fisicità,  Rizzo è un buon jolly; più dubbi su Crisetig e Pulgar.
La trequarti invece soffre della partenza di Giaccherini, e deve contare su due scommesse (Krejci e Di Francesco, rapidi ma poco avezzi al campionato di serie A) e su un buon giocatore come Verdi che deve trovare l'anno della svolta. Brienza è una garanzia anche se il minutaggio sarà limitato.
ATTACCO
Il reparto presenta poca flessibilità: si punta tutto sul ritorno di Destro, che comunque può fare la differenza. Floccari è una riserva e poco più; Mounier probabilmente sarà in alternanza alla trequarti.
Manca decisamente un acquisto di qualità per dare spessore al reparto.

Nessun commento:

Posta un commento