BFC

BFC

mercoledì 22 marzo 2017

Le pagelle di Bologna - Chievo

Da Costa 6: poco può sul gol, attento anche se in un'occasione commette un errore
Gastaldello 6: fa il suo senza errori
Maietta 6,5: fatica nel primo tempo, poi trova le giuste misure 
Helander 6: primo tempo da dimenticar, poi si riscatta specie nelle palle alte
Krafth 5,5: non grandi errori, ma poca incisività nel passaggio finale 
Nagy 6: sempre tanto movimento, anche se spesso poco propositivo 
Pulgar 6: partita sostanzialemte sufficiente
Dzemaili 7,5: dopo un brutto errore nel primo tempo, si scatena nel secondo
Krejci 6,5: tra i pochi a cercare azioni offensive anche nle primo tempo
Verdi 7: determinante nel bene e nel male, quando gira il Bologna vince
Destro 5: solita nota stonata, si vede poco e male

Petkovic 6,5: trova bene il ruolo, determinante 
Di Francesco 7: fa la differenza

Mbaye sv


Donadoni 6,5: con i suoi cambi risveglia un gruppo dormiente

Squadra 6,5

Il migliore: Dzemaili
Il peggiore: Destro

BOLOGNA - CHIEVO 4 - 1

Dopo il buon successo contro il Sassuolo, il Bologna era chiamato a consolidare il trend nella partita interna contro il Chievo, storicamente ancorata al pareggio. Le ultime prestazioni dei rossoblu in casa erano state decisamente dimenticabili, e il primo tempo sembrava indirizzato nella stessa strada: squadra sterile in attacco, fragile in difesa, con la solita serie di errori individuali. Dopo un errore sotto porta di Dzemaili, è il Chievo a passare in vantaggio sfruttando la dormita della difesa rossoblu.
Nel secondo tempo però i nostri sembrano avere un piglio diverso, Donadoni trova i due cambi giusti e il Bologna trova prima il pareggio con una bella azione Krejci-Verdi, poi il vantaggio con Dzemaili imbeccato da Di Francesco. Il Chievo è stordito e i nostri possono dilagare in contropiede ancora con Dzemaili e Di Francesco.
Una ottima vittoria sia per il punteggio sia per aver ribaltato un risultato che sembrava portare all'ennesima sconfitta; alcuni giocatori stanno crescendo (altri meno), e il finale di stagione può finalmente portare qualche soddisfazione.

venerdì 17 marzo 2017

La pagella di Sassuolo - Bologna

Mirante 6,5: pochi interventi ma uno determinante
Torosidis 5,5: torna terzino e si vedono i soliti limiti di movimento
Maietta 6: ha il compito di manovrare la difesa, pochi i pericoli

Helander 6: poco elegante ma efficace
Masina 6: non il migliore che abbiamo visto, ma in crescita

Donsah 5: si vede poco, mai in partita, troppi errori

Pulgar 6: il regista non è il suo ruolo, ma fa pochi danni
Dzemaili 6: meno brillante del solito, ma sempre efficace
Di Francesco 6,5: una spina nel fianco della difesa avversaria, determinante
Verdi 5,5: deve trovare la condizione giusta
Destro 6,5: alti e bassi, mail gol può dare fiducia

Vivani 5,5: un po' confusionario

Krejci 5,5: poco in partita

Krafth 6: entra bene in gara


Donadoni 6: la squadra sembra sempre in confusiona, ma ritrova la vittoria

Squadra 6

Il migliore: Di Francesco
Il peggiore: Donsah

SASSUOLO - BOLOGNA 0 - 1

Il derby emiliano vede un confronto tra due squadre in difficoltà, più di gioco che di classifica, e il primo tempo fotografa benissimo la situazione: poche azioni e molti errori.
I rossoblu arrivano da una serie di sconfitte e devono fare risultato per recuperare mentalità e credibilità nei confronti dei tifosi.
Nella pochezza di gioco della partita alla fine ne esce vincitore il Bologna che trova il gol di Destro in una delle rare azioni offensive. I pericoli per la porta rossoblu sono pochi e quasi allo scadere ci pensa il solito Mirante a salvare il risultato.
Alla fine una vittoria che dice poco in termini di punti, ma può essere la svolta psicologica per riprendersi e terminare dignitosamente il campionato.

giovedì 9 marzo 2017

Le pagelle di Bologna - Lazio

Mirante 6,5: il migliore in campo, salva la squadra da uno score peggiore
Krafth 5,5: fatica a trovare la posizione nel nuovo modulo
Maietta 5,5: anche per lui un modulo complicato da gestire, si perde

Oikonomu 5: in completa confusione, lento e poco reattivo
Helander 5,5: alti (pochi) e bassi (tanti), va in confusione da subito

Masina 5,5: meno legato a compiti difensivi, tenta di avanzare ma con poco successo

Nagy 5: fa tanto movimento ma quando deve finalizzare si perde
Dzemaili 5,5: da solo non può fare molto, il meno peggio degli uomini di movimento
Viviani 5: con un regista del genere si fa poca strada
Verdi 5,5: mai in partita
Petkovic 5: lotta ma senza risultati evidenti

Destro 5: gioca poco e va bene, ma dovrebbe essere il giocatore più rappresentativo e non tocca mai palla

Krejci 5,5: mai in partita

Pulgar sv

Donadoni 5: le colpe cadono sempre su l'allenatore, forse non le ha tutte ma sembra abbastanza in confusione.

Squadra 5

Il migliore: Mirante
Il peggiore: Viviani

Bologna - Lazio 0 - 2

Continua il momento negativo dei rossoblu che nel posticipo di domenica esibiscono una delle peggiori prestazioni degli ultimi mesi, a dimostrare che la crisi è ben lontana dall'essere superata dopo il pareggio di Genova. Donadoni prova a cambiare modulo passando ad un 5311, dove però non si è capito se i giocatori non sapessero adattarsi o una ulteriore dimostrazione di una rosa non all'altezza. La partita ha poco da dire, con una Lazio che con il minimo sforzo trova due e tre punti sulle rovine di una squadra tecnicamente povera e mentalmente scarica.
Ora n diventa difficile addossare le responsabilità, anche se una parte della tifoseria vorrebbe l'allontanamento dell'allenatore: ma è lui il vero artefice del declino? e soprattutto ne troviamo un altro migliore? Non sarebbe meglio tenere l'allenatore e rivedere le logiche di mercato?

giovedì 2 marzo 2017

Le pagelle di Genoa - Bologna

Mirante 7: salva la porta con alcuni miracoli, non può nulla sul gol
Krafth 5,5: poco lucido, fatica a inserirsi
Torosidis 5: partita sufficiente macchiata da un fallo evitabilissmo

Oikonomu 6: in una difesa allo sbando cerca comunque di non perdere lucidità
Masina 6: viene da un periodo negativo, si sta lentamente riabilitando

Viviani 6: tra i peggiori in campo, si salva per la perla del gol
Taider 5,5: deve trovare condizione, ma i soliti passaggi indietro non li ha dimenticati
Dzemaili 6:non ai livelli delle partite scorse, ma comunque l'unico che può dare lo strappo vincente
Verdi 5: mai in partita
Krejici 5,5: in fase calante
Petkovic 5: dovrebbe alzare la squadra, ma si vede poco e si fa vedere ancora meno, una importante occasione buttata via

Mbaye 6: fa il suo senza errori 
Helander sv
Rizzo sv

Donadoni 6: fatica a mettere insieme una squadra, trova il vantaggio ma non trova un gruppo che riesca lucidamente a tenere palla

Squadra 6

Il migliore: Mirante
Il peggiore: Torosidis

GENOA - BOLOGNA 1 - 1

Il campionato mette di fronte due nobili "decadute" in uno dei loro periodi peggiori: Genoa in caduta libera, fresca del cambio dell'allenatore con quel Mandorlini poco apprezzato anche da noi, mentre il Bologna vive uno dei suoi momenti bui.
La partita risente della tensione del momento e della pochezza tecnica delle formazioni: le due squadre tentano comunque qualche giocata con tutti i limiti palesati.
Sarà il Bologna a passare in vantaggio con una punizione pennellata da Viviani, fino ad allore autore di una partita pessima, ma come spesso accade i rossoblu non sono in grado di tenere lucidamente un vantaggio e si rintanano in difesa. L'espulsione di Torosidis (fallo evidente ma ancora una volta salta fuori un'espulsione da ultimo uomo quando sono intervenuti due difensori, misteri del regolamento) complica i piani di Donadoni, che guarda abbastanza allibito i suoi che non riescono a tenere un pallone. Il finale pare scontato con l'invenzione (sempre contro di noi diventano tutti fenomeni) d di Ntcham appena entrato che porta ad una pareggio, comunque sostanzialmente corretto.
La classifica si mouove, la depressione rimane.